Brigata Maiella logo

Associazione Nazionale "Brigata Maiella"

MEDAGLIA D'ORO AL Valor Militare

Sezione SULMONA - VALLE PELIGNA

Sede Nazionale: via Viaggi,4 Chieti  -  Sito autonomamente gestito dalla Sez. di Sulmona-Valle Peligna


link utili



Archivio Video

Storie


Chi è online

 6 visitatori online

Visitatori

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi105
mod_vvisit_counterIeri311
mod_vvisit_counterSettimana2614
mod_vvisit_counterMese11877
mod_vvisit_counterTotale486374
“Lasciate liberi i popoli e i popoli saranno fratelli in tutte le parti della Terra” PDF Stampa E-mail
Lunedì 04 Giugno 2018 18:17

 

Il 2 giugno 2018, in occasione della FESTA DELLA REPUBBLICA , nel Comune di Prezza (Aq) è stata inaugurata la targa in onore di Gian Domenico Rosatone, partigiano, patriota, scrittore e politico, S.Tenente della Brigata Maiella- Addetto al Servizio Stampa (per la biografia si veda questo sito).

 

 

Alle ore 11,00 presso la sala “Ex-Dopolavoro” in piazza Umberto I, si è tenuta la conferenza commemorativa alla quale è intervenuto, per i saluti di rito, il presidente dell’Associazione Culturale Petrus de Pretio, Vitaliano Gentile, ed il vice sindaco del Comune di Prezza Concetta Marinucci che ha portato i saluti dell’Amministrazione Comunale. E’ seguito l’intervento del Presidente dell’Associazione Nazionale ex Combattenti del Gruppo Patrioti della Maiella, sez. di Sulmona e Valle Peligna, Giuseppe Di Iorio, che ha ricordato brevemente la storia della nascita della Brigata Maiella fino allo scioglimento della stessa a Brisighella, dopo che, con coraggio e sacrifici di sangue, aveva contribuito, nell’esercito alleato, a liberare il centro Italia dall’oppressione e occupazione nazi-fascista.

In chiusura hanno preso la parola il dr. Gianvincenzo D’Andrea  che ha illustrato sia la vita civile, “da ricordi e contatti personali di quando ero studente”, che quella di militanza patriottica  nelle fila della gloriosa Brigata Maiella e la nipote di Gian Domenico Rosatone  Bianca del Mastro che ha narrato alcuni flash della vita dello zio.

 

 

Successivamente, le autorità presenti hanno provveduto allo scoprimento della bellissima lapide in marmo, benedetta dal Parroco di Prezza,  apposta nel muro della casa di Gian Domenico Rosatone, sita nelle vicinanze della piazza principale del paese, in cui è riportata una delle sue frasi più significative che denotava il carattere e il pensiero del personaggio:

LASCIATE LIBERI I POPOLI E I POPOLI SARANNO FRATELLI IN TUTTE LE PARTI DELLA TERRA”.

A conclusione della  cerimonia, che ha visto la nutrita e attenta partecipazione dei cittadini di Prezza, è stato offerto un ricevimento da alcune locali attività commerciali.

 


Powered by Joomla!.